La giovane di Vernole Grazia Turco trionfa vincendo il giro d’Italia di Handbyke. Dopo le numerose maglie rosa conquistate nelle precedenti tappe, la campionessa salentina è arrivata nella giornata di sabato in provincia di Cuneo, più precisamente ad Alba, più determinata che mai e consapevole di non poter commettere errori.

Dopo il ritrovo degli atleti questa mattina al PalaMiroglio di via Santa Barbara, sulla linea dello start, posizionata in Corso Italia, si sono presentati numerosi atleti, come descrive Alberto Carbone, uno dei responsabili dell’organizzazione. Grazia però ha però controllato bene l’emozione e non si è assolutamente fatta intimorire, ha saputo prontamente affrontare questo circuito cittadino di 3,1 KM da percorrere secondo la formula “1ora + 1 giro”.
“Ad Alba arriveranno atleti da tutta la Penisola insieme a tutte le maglie rosa e a molti componenti della squadra azzurra. Sarà una bella festa che inizierà già alla vigilia” aveva dichiarato il sig. Carbone, ma Grazia ha completato la sua festa realizzando il suo sogno, arrivando terza al traguardo di oggi e chiudendo al primo posto la classifica generale.
Nulla da fare quindi per Valeria Corazzin, che non è riuscita a superare l’atleta di Vernole nella corsa alla vittoria.
Si chiude così nel migliore dei modi per il Salento, il giro d’Italia di Handbyke cha ha fatto salire Grazia sul glorioso podio, anche di quest’ultima tappa lombarda organizzata dall’associazione sportAbili Alba e dalla Federazione Ciclistica Italiana.
Felice il ritorno in Puglia della nostra tenace campionessa, che anche in questa tappa come in gran parte del Giro d’Italia, è stata accompagnata da Gianpiero Turco, presidente di Utopia Sport Vernole, associazione di Vernole che insieme alla MTB Matino hanno sostenuto instancabilmente la maglia rosa .

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

15 + 5 =