”Dopo l’ennesimo gravissimo episodio accaduto a Porto Cesareo sabato scorso, ho chiesto al prefetto di Lecce di convocare una immediata riunione con i responsabili della viabilita’ nel tratto di strada per Torre Lapillo: tale incontro e’ stato fissato per il pomeriggio di oggi in prefettura, e vedra’ il coinvolgimento del Comune interessato, della Provincia, dei Carabinieri e della Polizia stradale”.

E’ quanto scrive in una nota il sottosegretario all’Interno Alfredo Mantovano, dopo la morte della giovane turista bolognese investita nella notte tra venerdi’ e sabato sulla strada provinciale tra Torre Lapillo e Porto Cesareo da una Smart, guidata da una ragazza di Salice Salentino che prima e’ scappata e poi, una volta rintracciata, e’ risultata positiva all’alcool test. Infine e’ stata arrestata per omicidio colposo, lesioni personali (un altro giovane e’ rimasto gravemente ferito) e omissione di soccorso. ”In attesa che siano eseguiti i lavori di messa in sicurezza della strada, e auspicando che cio’ avvenga senza ulteriori ritardi – aggiunge Mantovano – l’obiettivo prioritario e di emergenza e’ di assicurare il presidio continuativo del tratto viario, per dare un senso di effettivita’ ai cartelli di divieto di fermata finora inutilmente piazzati, e soprattutto per evitare nuove tragedie. Cio’ tenendo conto che il territorio di Porto Cesareo sta fruendo, piu’ di altre localita’ balneari, sia dei rinforzi estivi di polizia sia dei militari”.