”Dopo l’ennesimo gravissimo episodio accaduto a Porto Cesareo sabato scorso, ho chiesto al prefetto di Lecce di convocare una immediata riunione con i responsabili della viabilita’ nel tratto di strada per Torre Lapillo: tale incontro e’ stato fissato per il pomeriggio di oggi in prefettura, e vedra’ il coinvolgimento del Comune interessato, della Provincia, dei Carabinieri e della Polizia stradale”.

E’ quanto scrive in una nota il sottosegretario all’Interno Alfredo Mantovano, dopo la morte della giovane turista bolognese investita nella notte tra venerdi’ e sabato sulla strada provinciale tra Torre Lapillo e Porto Cesareo da una Smart, guidata da una ragazza di Salice Salentino che prima e’ scappata e poi, una volta rintracciata, e’ risultata positiva all’alcool test. Infine e’ stata arrestata per omicidio colposo, lesioni personali (un altro giovane e’ rimasto gravemente ferito) e omissione di soccorso. ”In attesa che siano eseguiti i lavori di messa in sicurezza della strada, e auspicando che cio’ avvenga senza ulteriori ritardi – aggiunge Mantovano – l’obiettivo prioritario e di emergenza e’ di assicurare il presidio continuativo del tratto viario, per dare un senso di effettivita’ ai cartelli di divieto di fermata finora inutilmente piazzati, e soprattutto per evitare nuove tragedie. Cio’ tenendo conto che il territorio di Porto Cesareo sta fruendo, piu’ di altre localita’ balneari, sia dei rinforzi estivi di polizia sia dei militari”.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

venti − 12 =