Riduzione dei consiglieri e degli assessori: il presidente del Consiglio regionale Onofrio Introna commenta con favore le proposte di modifiche statutarie annunciate dal centrodestra, in linea con gli obiettivi di finanza pubblica indicati nel decreto legge statale 138 del 13 agosto.

“Prendo atto con soddisfazione della volontà dei gruppi di opposizione di proseguire con ogni urgenza sulla strada dell’autoriforma, già avviata da tutte le forze politiche consiliari. La convergenza dell’intera Assemblea sul percorso virtuoso e la sollecitudine unanimemente condivisa ai fini dell’adozione delle misure di contenimento della spesa consentiranno alla Puglia di conseguire le premialità a vantaggio delle Regioni che si adegueranno entro sei mesi alle disposizioni governative”.
L’auspicio del presidente Introna è che già alla ripresa dell’attività consiliare, quest’anno anticipata ai primi di settembre, si possano trovare intese sulle modifiche di altri istituti, legati allo status e al trattamento dei consiglieri regionali.
Intervenire sui costi della politica resta prioritario, insiste il presidente del Consiglio regionale. “Mi impegno a sottoporre all’attenzione della prima Conferenza dei capigruppo, già convocata per giovedì 1 settembre, un’agenda articolata di interventi che affronteranno diversi nodi, sempre in termini di risparmio per i bilanci regionali, a cominciare dalla revisione dell’assegno di fine mandato, da equilibrare alla durata del mandato elettivo stesso, e dal differimento dell’età in cui si matura il diritto a riscuotere il vitalizio. All’esame anche altri istituti, come il riscatto dei periodi contributivi e la reversibilità, fermo restando che le modifiche varranno per il futuro, come del resto le proposte di riduzione dei compenti del Consiglio e della Giunta”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

6 + diciannove =