Mentre ci si avvicina all’evento finale di questa edizione 2011, il festival itinerante diventa luogo d’incontro privilegiato tra il pubblico e alcuni degli ospiti internazionali che saliranno sul palco del Concertone di Melpignano.

Dopo il concerto che ha visto insieme il Canzoniere Grecanico Salentino e il maestro di kora maliano, Ballaké Sissoko, un altro incontro totalmente inedito, una prima assoluta che vedrà intrecciarsi una molteplicità di suoni  e tradizioni musicali.

Ad aprire la serata speciale di martedì 23 agosto sarà il gruppo Triace di Emanuela Gabrieli, Alessia Tondo e Carla Petrachi. Un progetto in cui la musica popolare salentina si veste di nuovo e si apre a nuove suggestioni incontrando al piano, synth e programmazione elettronica il jazzista Marco Rollo. Sul palco di Cutrofiano, il gruppo presenterà in anteprima il nuovo disco, in uscita a ottobre, prodotto dalla cantante sarda Elena Ledda e Sardmusic. Sul palco, anche gli ospiti Raffaele Casarano, Giancarlo Dell’Anna e Alessandro Monteduro.

Subito dopo
PROGETTO SPECIALE
JUJU (JUSTIN ADAMS & JULDEH CAMARA) E SALENTORKESTRA: IL BLUES E LA MUSICA AFRICANA INCONTRANO  LA PIZZICA E I SUONI MEDITERRANEI

Un duo tra i più originali della scena contemporanea; un ensemble tra i più rappresentativi della musica popolare: l’incontro inedito tra Justin Adams e Juldeh Camara con la Salentorkestra è un viaggio in un territorio musicale che accosta blues e Africa, pizzica salentina e sonorità balcaniche e mediterranee. Un intreccio sonoro che si fa dialogo e che si caratterizza per gli innesti dell’ensemble sui brani dei JuJu e viceversa. Il chitarrista inglese e il formidabile virtuoso del Gambia s’inseriranno sui brani della Salentorkestra come “Centueuna”, “Trainieri”, “Ronda”, mentre l’ensemble salentino arricchirà i blues e i brani che fanno parte del ricco repertorio dei JuJu.

JUJU (JULDEH CAMARA & JUSTIN ADAMS)
Chitarrista e compositore, Justin Adams ha sviluppato in vent’anni una perfetta conoscenza del blues e insieme dello stile africano; ha scritto con Robet Plant “Mighty Rearranger”, uscito nel 2005. Il suo stile originale è dovuto a collaborazioni con Brian Eno, Jah Wobble, LO’JO, la Strange Sensation Band di Robert Plant, Tinariwen. Juldeh Camara, del Gambia, musicista di casta griot, è uno dei massimi virtuosi del riti (o nyanyeru, tipico violino a una corda delle comunità Fulani dell’Africa occidentale). Il loro è stato un incontro curioso, cominciato dall’ascolto della rispettiva musica su disco prima di cominciare a lavorare insieme (Adams ascoltava un album di musica tradizionale del Gambia registrato da Bill Laswell; Camara apprezzava molto la vitalità di cui erano rivestiti i ritmi antichi nell’album “Desert Road” di Adams). Dal 2007 la loro collaborazione è diventa attiva e prolifica con tre album all’attivo – “Soul Science”, “Tell No Lies” e “In Trance” – e concerti in tutto il mondo.

SALENTORKESTRA
L’obiettivo dell’ensemble è proporre composizioni originali e musiche tradizionali salentine nel contesto più ampio della cultura musicale del Mediterraneo. Ritmi balcanici, greci e albanesi si intrecciano a pizziche e tarantelle, con l’intento di amalgamarne le sensibilità. La forza dell’ensemble formato da Giancarlo Paglialunga (voce e tamburi), Dario Muci (voce, chitarra e bouzouki ), Marco Tuma (fiati), Massimiliano Morabito (organetto), Claudio Pusterla (tamburello),  Massimiliano De Marco (chitarra, mandolino), sta nel riproporre l‘antico ritmo popolare che conduce alla trance della pizzica-pizzica, attraverso una sapiente fusione di virtuosismo strumentale e nenie ipnotiche.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

diciassette − 6 =