Mercoledì 24 agosto, per la Festa dell’Unità a Faggiano (Ta), in Piazza Aldo Moro, dalle ore 22 e con ingresso gratuito, Leitmotiv e Orodè Deoro, un concerto e una performance pittorica, insieme, da non perdere! I Leitmotiv  sono uno dei nuovi gruppi italiani più interessanti in circolazione,

caratterizzati da un live mozzafiato e una tavolozza di colori unica, che pesca dal rock, dal folk alternativo, dal post-punk e dal mediterraneo. Vengono dalla Puglia e ne trasportano calore e poesia, ma sembrano avere la cittadinanza in tutta Europa per la straordinaria vitalità con cui intrecciano stili e culture in una formula musicale eccentrica. Dopo aver fatto parlare di sé con il loro debutto “L’audace bianco sporca il resto”, percorrendo migliaia e migliaia di chilometri, da Siviglia per il Monkey Week Festival a Skopje, in Macedonia, per la Biennale degli Artisti dell’Europa e del Mediterraneo, sono pronti a presentare il nuovo “Psychobabele”, uscito l’11 febbraio. A proposito della pittura di Orodè, scrive l’artista e critico Gian Ruggero Manzoni: “Orodè si pone con un segno disperatamente poetico, testimone della fine di un’epoca. In un Occidente che precipita, stordendosi, danzando, avvelenandosi e guerreggiando, verso la catastrofe, il pittore e performer pugliese introduce una nota di tragico presagio e insieme ci regala il desiderio di eros, di vita, di passione, seppure le sue rasoiate e il suo continuo rapporto con l’oscuro, con la tenebra, con l’abisso. Quindi la sua diventa una drammatica avventura interpretata con lucida partecipazione al nostro tempo. La caduta è evidente, ma il rappresentato si muove in senso contrario rispetto a una decadenza estetizzante o a un freddo distacco, come possiamo vedere in molta pittura giovane. L’originalità di Orodè sta in tali componenti, in modo che il simbolo diventa parte integrante della figura e la malattia e la morte sono spesso trattate con una visione polarizzante. Nelle sue raffigurazioni, espressioniste e di getto, l’artista non vuole mostrare ciò che appare, infatti per lui è importante ciò che è lo “sguardo verso l’interno”. Nei numerosi ritratti da lui eseguiti, Orodè riflette, in modo molto pregnante, una visione delle abitudini socio-culturali che alienano il mondo”. Per chi interessato, l’opera scaturita dalla performance sarà in vendita a fine concerto. Per informazioni: sadgold@hotmail.it.