Una sola certezza per Annie: la sua amica Lillian. La protagonista del film Americano, che in questi giorni domina le sale cinematografiche italiane, si ritrova ad avere 40 anni, un ex fidanzato e una ex professione.

E  mentre Annie perde tempo e dignità nel letto di uno sciupafemmine, Lillian sta per coronare il sogno che per anni le amiche hanno condiviso, sta per sposarsi. Felice di aver ricevuto il tanto atteso anello e la proposta di matrimonio, Lillian chiede a Annie di essere la sua damigella d’onore.
Annie accetta con entusiasmo di organizzare il matrimonio dell’amica ma dovrà fare i conti con Helen, ricca e viziata signora che aspira al suo posto nel cuore di Lillian, e le sue amiche.  Al verde, depressa e ostacolata da Helen, Annie proverà a “resistere” grazie all’aiuto di un agente di polizia, deciso a conquistare il suo cuore.
Tra il romantico, il comico e il goffo, la vera coppia non è quella che sta per convolare a nozze ma a quella formata da Annie e il poliziotto della stradale, che non vuole multarla ma solo amarla.
È Annie,  Kristen Wiig, con  la sua ansia da prestazione e la paura che tutta la sua vita le sta crollando addosso, a tenere in piedi la commedia. È lei, insieme all’interpretazione di Rose Byrne e alla produzione di Judd Apatow, il motore di una commedia che corregge lo spirito romance a colpi di “demenziale”. Una commedia diversa, quella del regista di Paul Feig, che ha introdotto una scheggia di contemporaneo disagio, declinato al femminile grazie alla Wiig.
Una commedia un po’ più vera!

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.