C’è tempo fino al prossimo 25 agosto per inoltrare le domande relative ai soggiorni climatici per anziani. Sarà data priorità ai partecipanti con redditi più bassi

Dopo l‘approvazione della delibera relativa ai soggiorni climatici termali per 450 persone della durata di dodici giorni, l’Istituzione per i Servizi Sociali del Comune di Lecce ha stilato il piano per definire nei dettagli l’iniziativa.
Agli anziani (60 anni per le donne, 65 per gli uomini)  residenti nella città d Lecce  sono stati destinati cento posti. La località scelta dall’Amministrazione Comunale è Acquaviva Picena. 
Le altre due località individuate sono le seguenti: Rimini (200 posti), Carpegna (150 postI.
Gli interessati potranno ritirare e far pervenire la domanda di partecipazione presso gli uffici dell’Istituzione in Viale Marche,13 (Villa Citty) da oggi, 16 agosto,  giovedì 25 agosto.
Le domande di partecipazione dovranno essere consegnate a mano dai diretti interessati. Sarà data priorità ai partecipanti con redditi più bassi, e, tra questi, sarà rispettato l’ordine cronologico di arrivo delle domande.
La domanda dovrà essere correlata del modello Isee riferito all’anno 2010 rilasciato dal Caaf, dell’autocertificazione attestante i redditi e le indennità percepite e del
certificato medico rilasciato dal medico curante attestante totale autosufficienza psico-motoria.
La  partecipazione al costo del servizio, nel rispetto del regolamento regionale per l’accesso ai servizi  ed alle prestazioni agevolate è la seguente:
    sino ad un reddito ISEE di € 7.500,00 esente
    da € 7.500,01 ad   € 12.500,00    quota di partecipazione € 150,00
    da  €12.500,01 ad € 17.000,00    quota di partecipazione € 200,00
    da € 17.000,01 ad € 23.000,00    quota di partecipazione € 250,00
    da € 23.000,01 ad € 30.000,00    quota di partecipazione € 300,00
Per i richiedenti con un reddito eccedente € 30.000,00 il costo del soggiorno sarà a totale carico dell’utente.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.