“Ancora una volta è comunque penalizzato il Mezzogiorno e sbrigativamente si e’ optato per ulteriori tagli alle risorse per il Sud”. Lo afferma Adriana Poli Bortone, presidente nazionale di Io Sud. “Auspichiamo – aggiunge la senatrice – che il governo sia disponibile ad un confronto perche’ siamo assolutamente scontenti

in quanto non si puo’ un giorno approvare il Piano per il Sud e il giorno dopo tagliare i Fas attraverso i tagli ai ministeri. Sarebbe stato molto piu’ corretto dire la verita’ sin da subito ai meridionali i quali avrebbero assunto una consapevole responsabilita’”. “Per quanto riguarda i provvedimenti sui costi della politica – secondo la Poli Bortone – si tratta di un passo eccessivamente timido visto la gravita’ del momento e quello che gli italiani ci chiedono. Al giovane disoccupato o al pensionato sociale non giovera’ sapere che forse tra tre anni ci saranno una trentina di province in meno. Ci auguriamo che la piu’ volte annunciata ricerca del consenso da parte del governo si possa concretizzare e che il governo ascolti i suggerimenti, anche perche’ non vorremmo dare l’alibi a qualche sindacato di proclamare lo sciopero generale che sarebbe l’ennesima iattura in questo momento”.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

19 + venti =