”Un pacchetto di emendamenti alla manovra, predisposto da Io Sud e da Coesione nazionale, sara’ presentato domani in Senato”. Lo annuncia Adriana Poli Bortone, presidente di Io Sud. ”Le misure – fa sapere- vanno dall’introduzione di una forma di prelievo fiscale per gli italiani residenti all’estero ma che vivono in Italia, usufruendone

dei servizi, all’abolizione totale delle province, al dimezzamento dei deputati con l’introduzione del limite di due legislature, alla creazione del Senato delle autonomie, allo slittamento a ottobre dell’inizio dell’anno scolastico nelle regioni a vocazione turistica per rilanciarne l’economia”. ”Su alcune questioni -afferma Adriana Poli Bortone – come il dimezzamento del numero dei deputati e l’abolizione delle province, siamo curiosi di misurare il grado di convergenza con gli altri partiti e con chi ha pubblicamente dichiarato di essere favorevole a questi provvedimenti”. Rispetto a quanto annunciato nei giorni scorsi dalla leader di Io Sud, la novita’ e rappresentata da quella che la senatrice paragona ad una sorta di ”tassa di soggiorno” per gli italiani che vivono nel nostro Paese ma che hanno la residenza fuori. ”Il fisco – spiega la parlamentare – deve monitorare tutti questi soggetti. Parliamo di persone che rivestono posizioni economiche di rilievo, non certo del ceto medio o del pensionato sociale, che dispongono di grandi capitali. La loro scelta di spostare all’estero la residenza non deve pero’ rappresentare un danno per tutti gli altri. Quindi e’ giusto che paghino”.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

16 + 1 =