Come sempre abbiamo registrato numerosi commenti su quanto la stampa, il nostro giornale compreso, ha posto in evidenza dopo la partita di coppa.
“Giudizi eccessivamente negativi – ha commentato qualcuno – inopportuni in quanto non aiutano la squadra in questo delicato momento”.

Occorre chiarire dunque il nostro punto di vista:
.Diteci intanto quali siano i momenti meno delicati che autorizzino i giudizi sferzanti. Ma chiediamo più concretamente quale tipo di commento si possa esprimere quando una squadra di serie “A”, accompagnata dal rinnovato entusiasmo dei suoi tifosi che hanno apprezzato le operazioni di mercato che sulla carta, per ora sulla carta, hanno registrato ampia conivisione, viene soggiogata, annullata e battuta tra le mura amiche ben oltre l’immaginabile da una formazione di categoria inferiore che, salvo abbagli, non dovrebbe entrare nel novero delle aspiranti alla promozione.
Chiediamo lumi anche su una seconda questione: In quale misura gioverebbe a fior di professionisti avezzi ad aspre battaglie contrattuali e sindacali nutrirsi di commenti imbevuti nel miele compiacente?; .O ancora quali danni possa provocare nei medesimi soggetti il riferire fedelmente quel che tutti, allenatore compreso, hanno avuto modo di vedere.?
Ed in fine è appena il caso di ricordare che il “nostro commento” aveva ed ha una valenza provvisoria in quanto riferito ad una singola esibizione; come d’abitudine aspetteremo di vedere all’opera la squadra per cinque o sei partite di campionato: allora,e solo allora, oseremo comprometterci con valutazioni proiettate…sul “definitivo”

CONDIVIDI