Arrivano alti tre ingaggi per il Nardò, più una annunciata riconferma.
Esteban Pereyra, come anticipato dal ds Inguscio, vestirà granata anche nella stagione che sta per iniziare e sarà il talentuoso punto di riferimento dell’attacco di mister Longo. Insieme al rinnovo dell’argentino il Nardò ufficializza altre tre operazioni di mercato tutte riguardanti il reparto difensivo.

Dall’Argentina, dopo l’esperienza dello scorso anno nella  Serie D nostrana nelle file del Sanluri, arriva Maximiliano Mirabet, difensore centrale di 29 anni con tanta esperienza nella Primera Division albiceleste con le maglie di Velez Sarfield e All Boys. Dopo i primi anni in patria Mirabet approda nella serie A cilena, precisamente nel Santiago Morning. Prima di arrivare in italia Mirabet fa un salto anche nel calcio minore spagnolo trovando posto, nel 2009, nella rosa del Beniganim. Nella passata stagione 31 presenze e 5 gol con il Sanluri.
Sulla corsia mancina arriva in granata un altro prodotto del vivaio del Lecce, ovvero Gianluca Vetrugno, 26enne terzino mancino forgiatosi nelle serie minori, soprattutto con le maglie di Gallipoli, Taranto, Maglie, Olbia, Bellinzona e Tricase. Vetrugno sa bene qual è il primo obiettivo ma non preclude traguardi più prestigiosi: “L’obietivo è la salvezza ma l’appetito vien mangiando”.
A rinforzare gli esterni difensivi c’è anche il giovane Paolo Rizzo, anche lui scuola Lecce, classe ’92, già capitano della Rappresentativa Puglia Juniores. Arriva a Nardò per farsi le ossa dopo la trafila nel settore giovanile giallorosso: “Per me sarà un’occasione per crescere, avere accanto gente d’esperienza è uno stimolo in più per i giovani. E’ un onore potermi confrontare in una categoria nuova per me e in una piazza affascinante come Nardò”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

7 + 16 =