Da oggi sono nella stessa cella del carcere di Taranto Sabrina Misseri e la madre Cosima Serrano, entrambe accusate dell’omicidio di Sarah Scazzi, cugina e nipote delle due donne, avvenuto nell’agosto dello scorso anno.

Le decisione e’ stata assunta, dopo il via libera dei magistrati, a causa del sovraffollamento della casa circondariale di Taranto. Intanto si e’ appreso che l’udienza preliminare per l’omicidio della quindicenne di Avetrana si terra’ il 29 agosto.

 

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.