Da oggi sono nella stessa cella del carcere di Taranto Sabrina Misseri e la madre Cosima Serrano, entrambe accusate dell’omicidio di Sarah Scazzi, cugina e nipote delle due donne, avvenuto nell’agosto dello scorso anno.

Le decisione e’ stata assunta, dopo il via libera dei magistrati, a causa del sovraffollamento della casa circondariale di Taranto. Intanto si e’ appreso che l’udienza preliminare per l’omicidio della quindicenne di Avetrana si terra’ il 29 agosto.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

tredici − 11 =