Un barbiere di 22 anni, Gianluca Aievola, di Napoli, e’ rimasto ferito questa notte nel corso di una rissa avvenuta nel Club Med di Otranto, in provincia di Lecce, alla quale lui stesso ha partecipato essendo stato arrestato dai carabinieri insieme ad altri cinque giovani campani.

Tutto e’ partito, secondo quanto accertato dagli inquirenti, da futili motivi, in particolare da alcuni apprezzamenti rivolte a alcune ragazze. Ne e’ seguito, poi, un lancio di ombrelloni, bottiglie e sdraio. La rissa e’ finita a coltellate. Aievola e’ stato ferito al gluteo sinistro da una coltellata infertagli da Salvatore Padella, 21 anni, commesso, di San Giuseppe Vesuviano, anche lui arrestato sia per rissa aggravata che per porto illegale di arma genere proibito in concorso con persone da identificare. Gli altri arrestati sono Luca Ipogino, 23 anni, disoccupato di Volla, Mirko Di Bonito, 23 anni, disoccupato di Volla, Giovanni Demontis, 26 anni, disoccupato di Napoli, Giuseppe Cardamone, 26 anni, commerciante di Napoli. Devono rispondere tutti di rissa aggravata. Aievola ha riportato legioni giudicate guaribili in 15 giorni mentre Ipogino, Di Bonito, Demontis e Cardamone hanno riportato lesioni guaribili entro sette giorni. Altri tre giovani, I.A., 20 anni, A. G., 21,, N. L., 21, tutti disoccupati di San Giuseppe Vesuviano, sono stati deferiti a piede libero, poiche’ sono stati rintracciati questa mattina.