L’attesa per l’avvio del filobus di Lecce si fa spasmodica dopo gli ultimi proclami del sindaco Perrone che ne dava per certo l’avvio a fine luglio

La scadenza era stata intimata anche dalla Commissione Alta Vigilanza, organismo che cura la verifica degli interventi finanziati dal Ministero dei Trasporti, la quale affermava che se il filobus non fosse partito entro il 31 luglio sarebbero stati revocati gli oltre 13 milioni di finanziamento e, in più, un’informativa sarebbe stata inviata alla Procura della Corte dei Conti. Lo slittamento di 15 giorni sposta l’improbabile partenza del filobus a ferragosto. L’ opera, costata oltre 23 milioni di euro e per essa Palazzo Carafa sta già pagando un mutuo di 8,8 milioni a totale carico del bilancio, “è una delle grandi incompiute” sottolinea il  consigliere   UdC Pankiewicz, in attesa come gran parte dei cittadini leccesi, da 1554 giorni.

CONDIVIDI