“Le dichiarazioni del Consigliere Durante offrono l’opportunità – dichiara  l’Assessore Provinciale al Personale, Pierluigi Pando –evidentemente non ricercata, ma indotta, di ricordare allo stesso Durante qualche passaggio fondamentale, delle politiche per il personale della Provincia di Lecce, offrendo ai lettori l’opportunità

di avere un quadro molto più preciso della vicenda relativa ai nuovi bandi di mobilità dell’Amministrazione Provinciale.
L’attuale Amministrazione Provinciale, dopo molti anni in cui le procedure concorsuali erano state completamente abbandonate consentendo accessi al lavoro in Provincia solo con procedure dirette e senza selezione, ha compensato i 59 concorsi interni banditi dall’Amministrazione di cui Durante faceva parte con nuovi concorsi aperti a tutti, garantendo l’equilibrio tra accessi dall’interno e accessi dall’esterno, e dunque la partecipazione di giovani a selezioni pubbliche che garantiscono un’opportunità di trovare lavoro stabile e duraturo.
È stata rivista profondamente, dunque, la scelta della precedente Amministrazione di cui Durante faceva parte, Amministrazione che aveva equiparato gli accessi dall’esterno (i concorsi) al ricorso alle stabilizzazioni di personale scelto con procedure dirette e senza selezioni.
Non essendo possibile bandire concorsi che prevedessero l’impiego a tempo pieno dei vincitori, per le note vicende di difficoltà finanziaria dell’Ente ereditate dalla precedente Amministrazione di cui Durante faceva parte, si è scelto di limitare per ora al part-time al 30% i nuovi ingressi, senza affatto precludere loro che l’orario di lavoro possa aumentare sempre di più nel corso del rapporto lavorativo con la Provincia, che almeno – va ricordato – sarà stabile e sicuro.
Questo percorso, come previsto dalla normativa vigente, deve essere preceduto da bandi di mobilità riservati a dipendenti già assunti da altri enti pubblici, in modo da escludere il loro interesse a trasferirsi in Provincia; è un passaggio, questo, propedeutico all’indizione di ogni concorso. Durante, strumentalizzazioni a parte, dovrebbe saperlo.
Per quel che riguarda la procedura di mobilità fine a sé stesse, per il 2011 l’Amministrazione ne ha previste 8, full-time, a tempo pieno, e i bandi partiranno nei prossimi giorni.
Una cosa è la mobilità per cui ci sono le procedure concorsuali già attivate, un’altra cosa è la ricognizione delle disponibilità di giovani dipendenti di altri Enti a trasferirsi nell’Ente Provincia e magari riavvicinarsi al Salento per offrire la propria professionalità dopo aver lavorato al Nord o in altre sedi.
Il Consigliere Durante ha perso l’occasione per trarre insegnamento da quell’esempio di buona politica che vede Vendola e Fitto mettere insieme i rispettivi ruoli istituzionali per risolvere comunemente i problemi della Puglia e del Salento, lasciando da parte con senso di responsabilità strumentalizzazioni e sterili contrapposizioni politiche.”

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.