Un’inedita Eleonora Brigliadori è protagonista martedì 30 agosto al Baxta Festival, prima Rassegna di Teatro Antico che si svolge a Poggiardo e Vaste dal 23 luglio al 6 settembre, con il Truculentus di Plauto  nell’adattamento di Sebastiano Tringali e Aurelio Gatti

 Lo spettacolo, rappresentato nella splendida cornice dell’area archeologica di SS.Stefani, è un omaggio alla commedia plautina, un attento lavoro che introduce la formula dell’en travestì, ampiamente utilizzata nella commedia dal ’500 ai primi dell’ ’800. La condizione di incertezza per l’andata in scena genera un percorso parallelo alla trama dell’opera, fornendo materia e argomenti per un esilarante intreccio tra la vita del teatro e la tessitura della commedia. La trama di questa opera – lavoro della tarda maturità dell’autore – risulta piuttosto complessa e sembra privilegiare, rispetto alla comicità immediata delle battute, quella più raffinata che deriva proprio dall’intricato evolversi della vicenda. Largamente lacunosa, prende il titolo dal nome del rustico e brutale Truculento, “nome parlante” che in latino significava “zoticone, violento” – da cui poi in italiano “truculento”-, che si riferisce al carattere del personaggio, dapprima misogino ed infine sedotto suo malgrado. Fra imbrogli e menzogne, lo spettacolo volge al comico, tra la girandola dei personaggi che si scambiano i ruoli e le pungenti battute dell’autore. Completano il cast gli attori Sebastiano Tringali, Cinzia Maccagnano, Manuela Lomeo e Raffaele Gangale.

Inizio spettacolo ore 21.00. Biglietto € 10,00.

Il cartellone del Baxta Festival prosegue l’1 settembre con l’“Iliade” di Omero con Massimo Wertmuller; il 6 settembre con l’“Aulularia” di Plauto con Franco Oppini ed Enzo Garinei.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

diciannove + dieci =