”Posticipare l’inizio dell’anno scolastico al primo ottobre in tutte quelle regioni a vocazione turistica”. Lo propone Adriana Poli Bortone, presidente di Io Sud, che presentera’ in Senato un emendamento alla manovra predisposta dal governo.

”L’intervento – secondo la senatrice – e’ necessario, in questo momento di crisi, per venire incontro alle esigenze degli operatori del turismo, per favorire una destagionalizzazione dei flussi e potrebbe essere un incentivo all’economia dell’intero Paese. Si tratta di una proposta antica ma che oggi diventa sempre piu’ attuale e fattibile – spiega – anche perche’ con la soppressione delle festivita’, prevista dalla manovra, si recupereranno dei giorni di scuola e si potra’ pertanto rimanere nei parametri minimi imposti dall’Unione europea”. ”Nessuno – conclude – deve su questo avere dei tabu’. Io ricordo che 40 anni fa la scuola riprendeva a ottobre. Su questo si potrebbero trovare delle ampie convergenze in Parlamento, e’ una misura utile, che potrebbe essere attuata in tempi rapidi cosi’ da poter entrare subito in vigore”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

quattro × 2 =