Un protocollo d’intesa tra la Provincia di Lecce ed il Comitato Provinciale di Lecce dell’Unione Nazionale Pro Loco d’Italia (Unpli) per incrementare gli standard dell’offerta e della tipicità dei prodotti territoriali. E’ questo lo spirito del progetto denominato “Salento Food”, il cui protocollo è stato approvato dalla giunta provinciale, presieduta da Antonio Gabellone, nella seduta dell’8 agosto scorso.

Il progetto prenderà l’avvio con un evento in programma il 9 e il 10 settembre prossimi presso il castello di Acaya. La manifestazione, cui parteciperanno varie Pro Loco della provincia, sarà l’occasione per promuovere le diverse attività delle Pro Loco, a partire dalle rispettive sagre tradizionali e dai relativi prodotti tipici.

“Salento Food” non si esaurirà con la “due giorni” al Castello di Acaya, ma proseguirà, da settembre a dicembre, con l’attuazione di convegni aperti al pubblico, miranti alla creazione di una cultura diffusa del prodotto locale, per la salute, lo sviluppo economico e la stessa  identità del territorio; l’organizzazione di seminari formativi sul concetto della ecosostenibilità delle sagre, articolati sui temi della promozione delle produzioni tipiche, la scelta degli alimenti e la loro preparazione, la pubblicità e la legislazione di riferimento; e infine la realizzazione di una pubblicazione informativa istituzionale Provincia-Unpli Lecce, che illustrerà le sagre più importanti del 2012, i prodotti tipici promossi, la loro storia, i luoghi, le aziende.

Attraverso questo protocollo, dunque, si rafforza l’intesa interistituzionale tra Provincia di Lecce ed Unpli Lecce, con l’Ente di Palazzo dei Celestini in prima linea per la promozione di eventi legati al recupero ed alla valorizzazione delle produzioni tipiche.
“Le Pro Loco rappresentano il vero motore della movida dell’estate salentina, mentre negli altri mesi dell’anno possono realmente contribuire alla destagionalizzazione del turismo attraverso azioni di animazione del territorio, non soltanto lungo le coste ma anche nell’entroterra”, dichiara l’assessore provinciale al Turismo e Marketing territoriale Francesco Pacella.

“Nell’ottica di uno sviluppo sostenibile del proprio territorio, la Provincia di Lecce ha inteso condividere lo spirito del progetto “Salento Food” suggerito dall’Unpli Lecce, con l’obiettivo di promuovere la cultura del coordinamento e dell’organizzazione sul territorio, ma anche della qualità delle iniziative. Il rapporto tra turismo e cibo locale si è fatto molto stretto, non soltanto nel determinare le scelte del viaggiatore moderno, ma anche in termini di cultura locale e di necessità per la salute e per la qualità della vita dei residenti. Senza contare che la nostra agricoltura può offrire al turismo non soltanto i propri prodotti alimentari, ma anche prodotti intangibili, come la produzione e la tutela di un paesaggio di qualità”, conclude l’assessore.



CONDIVIDI