La carambola sotto la galleria, un’auto distrutta, una coda chilometrica. È la tangenziale ovest di Lecce, dove centinaia di automobilisti sono rimasti bloccati, per oltre un’ora e mezza, sotto il sole cocente. La colonnina di mercurio, stabile intorno ai 40 gradi.

Tre almeno i chilometri di auto paralizzate sulla strada, bloccate da un terribile incidente avvenuto sotto la galleria Condò – in direzione di Gallipoli – che, solo per un caso, non ha fatto registrare feriti. All’origine, un violento tamponamento a catena che ha coinvolto una Mercedes classe B, condotta da un 44enne leccese, un camion dell’Ecotecnica ed un altro furgone Daily Iveco. Secondo quanto ricostruito dagli agenti dalla sezione infortunistica della polizia municipale di Lecce, il camion dell’Ecotecnica, a causa di un blocco dei freni, avrebbe inserito le 4 frecce spostandosi sul margine destro della carreggiata. È stato in questo momento che la Mercedes, nel tentativo di sorpassare il furgone, è stata urtata dall’Iveco. L’auto incuneata tra i due mezzi pesanti, è andata praticamente distrutta. Per circa due ore, la circolazione è stata interdetta al traffico. E mentre sotto la galleria, vigili del fuoco, agenti della municipale, della polizia stradale ed operatori del 118 hanno provveduto a soccorrere i feriti, tutti con lievi contusioni, all’esterno la canicola non da tregua agli automobilisti. Tra loro, molti turisti diretti verso le località di mare, ma anche tanti leccesi. Numerosi anche i bambini. C’è chi trova un po’ di refrigerio mettendo in funzione l’aria condizionata, molte persone, invece, preferiscono scendere dall’auto e trovare riparo all’ombra di camion e tir.

Qualcuno, addirittura, ne approfitta per schiacciare un pisolino per terra, qualcun altro estrae l’asciugamano da mare e prende il sole. L’attesa è estenuante, il caldo torrido.

Sul posto, continuano ad arrivare ambulanze, ma torneranno alla base tutte vuote. Solo il conducente della Mercedes, che dopo l’impatto è uscito dall’abitacolo per constatare i danni, è stato condotto al nosocomio per lievi escoriazioni, mentre l’autista del Daily è stato soccorso sul posto per una lieve contusione al piede. Solo dopo oltre un’ora e mezzo, qualcosa sotto la galleria si sblocca. A poco a poco riprende la circolazione su una corsia ed in pochi minuti la coda viene smaltita.E così, dopo ore di fila e caldo afoso, tutti possono riprendere la marcia, tutti concordi nel fatto che sotto la galleria, poche ore fa, visto il bilancio, si è davvero verificato un miracolo.