Durante una rapina in casa di una coppia di turisti piemontesi in villeggiatura nel Salento, hanno esploso un colpo di pistola in aria probabilmente per intimidirli e farsi consegnare tutto il denaro contante presente nell’abitazione. E’ accaduto questa notte, intorno alle 2, in localita’ ‘Torre San Giovanni’ di Marina di Ugento.

La donna ha consegnato ai malviventi la somma di 100 euro. Quindi sono fuggiti ma poco piu’ tardi, verso le 2,40, a ‘Torre San Giovanni’, di Marina di Racale i militari sono dovuti intervenire a seguito di una richiesta al 112, per un’altra rapina per strada ai danni di un giovane che rientrava a casa al termine del turno di lavoro in una struttura alberghiera. Anche lui e’ stato minacciato con una pistola e ha dovuto consegnare il marsupio contenente documenti e denaro contante. Quindi i rapinatori sono fuggiti a forte velocita’ a bordo di una Lancia Lybra. Dopo aver cinturato la zona, i carabinieri hanno localizzato e arrestato i quattro presunti autori delle rapine vicino alla Marina di Alliste in localita’ ‘Posto Rosso’. Si tratta di Pizzi Mario Antonio, 25enne , Barbetta Simone 20enne, Macri Marco 23enne, e  un ragazzo 17enne,tutti residenti a Melissano, e un ragazzo di 17 anni, accusati di rapina aggravata. Bloccata l’auto, i malviventi e l’auto sono stati perquisiti. Addosso ad uno dei quattro occupanti, una pistola scacciacani, fedele riproduzione dell’arma in dotazione alle forze di polizia, con 3 colpi presenti nel caricatore di cui uno in canna. Il 17enne e’ stato portato in un centro di prima accoglienza per minori di Lecce. L’operazione e’ stata condotta dai carabinieri della Compagnia di Casarano e delle Stazioni di Ugento e Melissano.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.