Il Riesame alleggerisce le accuse nei confronti dei tre fratelli, Antonio, Damiano e Massimo Caroppo, di 54, 46 e 43 anni, il primo di Castri’ e gli altri due residenti a Lecce, in carcere con le accuse di usura ed estorsione con l’aggravante del metodo mafioso dal 3 agosto.

Per Damiano i giudici hanno annullato l’ordinanza di custodia cautelare, disponendone la scarcerazione, mentre per Massimo resta in piedi solo  un’ipotesi di finanziamento ed estorsione.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

sedici + 15 =