Sulla strada provinciale che collega Porto Cesareo a Torre Lapillo deve essere adottata con urgenza ”ogni iniziativa utile a consentire l’attraversamento pedonale in sicurezza” e saranno da subito rafforzati i presidi delle forze di polizia.

E’ quanto e’ stato deciso stasera nel corso di un incontro in prefettura dopo l’incidente, avvenuto la notte tra sabato e domenica scorsi, quando una commessa 24enne ubriaca, Valentina Carrozzo, ha travolto e ucciso con la sua Smart, senza prestare soccorso, una turista bolognese di 23 anni, Anna Innorta. Carrozzo e’ stata rintracciata e arrestata dai carabinieri qualche ora dopo l’incidente nel quale e’ rimasto ferito un altro turista, Marino Cavalluzzi, di 20 anni. Il sindaco di Porto Cesareo – e’ detto in una nota della Prefettura – ha assicurato, a breve, la realizzazione di interventi urgenti per il miglioramento della segnaletica orizzontale e la prosecuzione delle procedure finalizzate alla realizzazione, in cofinanziamento, degli interventi di manutenzione straordinaria per i quali la Provincia ha accordato 200mila euro. L’ente provinciale valutera’ anche se incrementare i fondi stanziati in cofinanziamento per l’eventuale progettazione di un impianto di illuminazione stradale idoneo.