Trentuno cittadini afghani sono stati rintracciati dai carabinieri della compagnia di Tricase e dai militari della Guardia di Finanza, dopo uno sbarco clandestino sulla costa salentina.

Secondo quanto dichiarato dagli stranieri, sarebbero arrivati a bordo di un gommone oceanico salpato da una costa della Grecia. Il natante e’ stato recuperato dalle motovedette dei finanzieri, abbandonato a poca distanza dalla scogliera di Leuca. Per questo, e’ probabile che lo scafista si nasconda fra i trentuno stranieri che sono stati trasferiti nel centro di accoglienza “Don Tonino Bello” di Otranto (Le), per le procedure di identificazione. Quello di stamattina e’ il terzo sbarco a settembre sulle coste salentine.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

19 + cinque =