Tremendo schianto auto-pullman sull’imbocco della tangenziale ovest. E si è sfiorata la tragedia, sebbene un 24enne di Castrì di Lecce, Mauro Ingrosso, si trovi in gravi condizioni nel reparto di rianimazione dell’ospedale Vito Fazzi di Lecce.

L’incidente è avvenuto nel tardo pomeriggio, intorno alle 18.30, quando un pullman della Cirfeda di Leverano, con a bordo circa 50 passeggeri, quasi tutti di Monteroni e diretti ad Ostuni in pellegrinaggio all’opera religiosa dedicata alla Madonna di Fatima, hanno visto venirsi addosso una Opel Astra.
Secondo quanto dichiarato dai numerosi testimoni, il ragazzo a bordo dell’auto proveniva dalla direzione opposta, quando ad un certo punto ha invaso l’altra corsia, schiantandosi frontalmente contro il pullman, che ha tentato una disperata frenata per una ventina di metri. L’urto violento ha distrutto l’auto ed il vano motore del bus, che ad un certo punto è stato anche invaso dal fumo che si è sprigionato. Tanto panico a bordo tra i passeggeri, per lo più adulti, accerchiati dal fumo ed impossibilitati ad uscire a causa del blocco delle porte, causato dallo schianto.
Il conducente del bus, un 26enne di Copertino, ha subito chiamato il 118, richiedendo l’intervento di più ambulanze. La zona è stata raggiunta anche dai vigili del fuoco, che hanno estratto il giovane, poi affidato ai medici. Trasportato d’urgenza in ambulanza, Mauro Ingrosso è ora ricoverato con prognosi riservata nel Vito Fazzi di Lecce. Non sarebbe in pericolo di vita. Nessuno tra i passeggeri vuole rilasciare dichiarazioni, tutti sono provati dall’evento. Alcuni di loro, per il contraccolpo, hanno accusato lievi escoriazioni e contusioni, mentre un anziano ha urtato il volto contro il sedile anteriore, rimediando alcuni tagli. L’esatta dinamica dell’incidente sarà stabilita dagli agenti della polizia stradale.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

5 × cinque =