Per un anno, madre e figlia cartomanti hanno letto i tarocchi ad una 37enne rumena, residente a Nardò, spillandole a poco a poco la cifra di 20mila euro. Poi, quando la vittima non ne ha più voluto sapere delle previsioni delle carte, la figlia della maga, una ragazza albanese di 20 anni, avrebbe preteso altri 180 euro, minacciando la 37enne di rivolgersi alla criminalità locale, che le avrebbe reso la vita difficile, con ritorsioni di qualsiasi tipo. Minacce sarebbero state rivolte anche al figlio della donna.

I carabinieri della stazione di Nardò, ricevuta la denuncia della 37enne, hanno così organizzato la trappola. Dopo aver fotocopiato le banconote, hanno atteso che la donna consegnasse i soldi alla giovane albanese, residente nel comune neretino. È stato a questo punto che i carabinieri sono passati all’azione, bloccando la 20enne, con i soldi ancora addosso. Arrestata, è stata accompagnata ai domiciliari con le accuse di estorsione aggravata e continuata.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

20 − quindici =