Hanno cercato di impossessarsi dei cavi di rame dei tombini  della sede dell’Enel a Maglie, ma sono stati scoperti. Per questo motivo sono scattate le manette ai posi di Mauro Coroneo di 24 anni, Salvatore Protopapa di 26 e un 17enne, tutti e tre di Casarano, e denunciato inoltre un 23enne 

per favoreggiamento personale. È accaduto ieri sera intorno alle 22.30. A far scattare l’allarme sono stati alcuni passanti che hanno notato strani movimenti nell’edificio. Coroneo e Protopapa sono finiti ai domiciliari mentre il 17enne si trova in una struttura per minori

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

20 + 7 =