Gli uomini della Sezione Volanti della Questura di Lecce hanno denunciato in stato di libertà M.J. per atti osceni in luogo pubblico. L’uomo da mesi si aggirava nel centro cittadino infastidendo le passanti con apprezzamenti sessuali.

Già nel mese di luglio, due donne di 45 e 46 anni, avevano sporto formale querela nei suoi confronti, per averle inseguite per circa un mese.
Il molestatore, studiando le abitudini delle vittime, che ogni mattina erano solite fare jogging nel centro cittadino,  per un mese le aveva inseguite. Nell’ultimo periodo, non si era però fermato ad apprezzamenti non graditi, ed era arrivato al punto di mostrare i propri genitali, mentre si trovava a bordo della propria auto, invitando le due donne a salire.

Nonostante il tentativo delle malcapitate di darsi alla fuga percorrendo contromano le strade cittadine, il molestatore, con la sua auto, continuava a seguirle incurante di divieti d’accesso e contromano. Tuttavia, durante il rocambolesco inseguimento , le due donne, riuscivano a memorizzare il numero di targa del veicolo a bordo del quale M.J. viaggiava.
Gli operatori della Sezione Volanti risalivano così all’intestataria del veicolo e, da questa, alle generalità dell’uomo che era solito utilizzarla e che, successivamente, veniva riconosciuto senza ombra di dubbio come l’autore del reato.
M.J. è stato denunciato in stato di libertà per atti osceni in luogo pubblico e violenza privata.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

18 + 4 =