Il tema dell’immigrazione è un tema caro a Emanuele Crialese, regista e sceneggiatore italiano, grande protagonista dell’odierno cinema italiano. Suoi sono Respiro film uscito nel 2002 e Nuovomondo del 2006.

Respiro che ha affascinato Bernardo Bertolucci, è la storia della moglie di un pescatore lampedusano, che non riuscendo ad adattarsi alla vita monotona e noiosa dell’isola cerca una via di fuga da quella vita che tanto la opprime.
Nuovomondo, anch’ esso ambientato in Sicilia, narra la storia di una famiglia che decide di partire per l’America in cerca di fortuna, film che otre ad essere una lezione di cinema è soprattutto una lezione di vita.
Reduce dalla 68°Mostra di Venezia dove ha ricevuto il premio speciale della giuria, Terraferma  l’ultimo capolavoro di Crialese, racconta con immagini quasi fotografiche il dramma che si consuma nel mare nostrum da ormai più di dieci anni.
Questa pellicola è la terza che il regista dedica alla terra di Sicilia, e non è un caso, visto che il centro del film narra la storia di una famiglia di pescatori, che prima di adempiere alle leggi italiane, rispetta quelle legate alla vita di mare, e dei pescatori.
Una storia semplice, ordinaria di quei posti al limite tra il passato immobile ed il futuro, costretti per scelta o no, ad affrontare le fatiche della vita da pescatori, legati al mare da un amore profondo, come il blu intenso delle sue acque, comunità lontana dalla modernità, dalle spiagge e dagli ombrelloni, dal turismo frenetico, di massa che diventa l’unica fonte e via d’uscita da una situazione precaria.
Precaria è la vita dei clandestini africani che sfidano la morte nei viaggi interminabili che li porteranno verso solo l’illusione di una vita migliore. La disperazione di due realtà che  si incontrano su di lembo di terrea che non esiste sul mappamondo. Un film che scrosta la cinicità che ci acceca, svelandoci la vera essenza dell’uomo che è il rapporto con il prossimo e l’accoglienza nel momento del bisogno come ha fatto Giulietta con Sara, entrambe in maniera diversa cercano il Nuovomondo, la loro essenza di donne e la ritrovano in un abbraccio fraterno.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

due × tre =