Il salentino Francesco Sanapo, campione italiano di baristi di caffetteria nel 2010 e nel 2011, è volato a Mosca per rappresentare l’eccellenza italiana del settore caffè. È stato infatti scelto dal comitato del Campionato mondiale del Caffè

(World Barista Championship), tra i sei esperti di caffè al Mondo come ambasciatore del nostro Paese durante l’annuale Festival Internazionale di Musica Militare “Spasskaya Tower”, che si terrà nella Piazza Rossa di Mosca fino al 4 settembre. Con lui, Alejandro Mendez di El Salvador, lo spagnolo Javier Garcia, la russa Olga Melik-Karakozova, lo statunitense Pete Licata ed il greco Stefanos Domatiotis. Questi campioni saranno i primi nella storia a deliziare con caffè speciali, da loro selezionati, un pubblico di oltre 35.000 persone, tra cui celebrità appartenenti al mondo dello spettacolo, della politica e del business elite, e tra cui è atteso anche il Primo Ministro Putin.
Sanapo, salentino d’origine e fiorentino d’adozione, proporrà per l’occasione una miscela speciale per il pubblico russo, un misto di origine colombiana (il “Colombia cup of excellence 2010”) e africana, proveniente dal Ruanda. Con un’ulteriore novità: servirà infatti il “caviale di caffè”, una sua creazione di ispirazione molecolare, che, tramite ingredienti assolutamente naturali, trasforma la celebre bevanda in gustose microsfere nere.

Al rientro, molti i progetti in serbo per il campione italiano, responsabile Master per Caffè Corsini: a Novembre è stato invitato all’ “International Food Blogger Conference” che si terrà a Santa Monica, in California, dall’11 al 13 Novembre, mentre a dicembre partirà per il “Barista round the world”, ovvero un tour mondiale in cui parteciperà alle più importanti competizioni nazionali del settore.
Inoltre, Sanapo sarà per un anno l’uomo immagine di un importante brand Oltreoceano, molto diffuso a New York e in Canada, e rappresenterà la qualità per il settore caffè della Fiera Sigep di Rimini 2012, presso cui il prossimo anno si terrà la finale del Campionato italiano, a cui quest’anno Francesco non parteciperà.