Anche in una città come Milano, dove la gente vive assediata dal traffico, esistono angoli segreti, piccole oasi di pace ignote a chi vive la città in maniera frettolosa, solamente come luogo di lavoro dal quale fuggire con il primo treno o aereo dopo l’orario di ufficio.

Milano è uno di quei luoghi che stordisce e frastorna chi non è avvezzo al suo caos, ma è pure una metropoli che può rivelare un volto insolito e per questo ricco di fascino, nei suoi giardini nascosti, nei chiostri delle sue chiese dove i rumori quotidiani arrivano attutiti, in alcuni vicoli dai nomi che omaggiano la natura.
Vi è poi un periodo dell’anno in cui Milano si svuota ed assume un nuovo look: è la settimana di ferragosto. La città, finalmente deserta, invita i suoi pochi abitanti a montare in sella ad una fiammante bicicletta ed a girare in lungo ed in largo per le sue strade deserte. Luoghi noti appaiono allora sotto una luce diversa rivelando appartati tesori che, avvolti in un insolito magico silenzio, sembrano dire: “Vieni a scoprirci, ammira la nostra bellezza, goditi questa santa pace, fra un po’ torneranno inesorabilmente il caos, la confusione, e tu ci perderai nuovamente. Oggi, siamo qui, solo ed esclusivamente per te!”.
Una gondola scivola al tramonto sulle placide acque che lambiscono l’isola di San Giorgio. Il movimento ritmico e sapiente del gondoliere crea un’indescrivibile illusione di leggerezza che si accompagna al volo lento e libero di un gabbiano, con i suoi cerchi concentrici nel cielo limpido.
Nella calle deserta un gatto assonnato si stira e si allontana con movimenti che sembrano ripresi abilmente al rallentatore, una pioggia cade leggera. La piccola chiesa, nella piazza solitaria, custodisce sapientemente il suo silenzio come un segreto che è disposta a rivelare solo a chi varca la sua soglia.
Silenzio, solitudine: perché ci immalinconisce il significato di queste due parole? Non è forse in una giornata d’autunno che questi luoghi, abbandonati da comitive allegre, vocianti, si riappropriano del loro antico fascino?  E noi, ammirando lo spettacolo meraviglioso del sole che tramonta sulla laguna, ci sentiamo finalmente in pace, riscoprendo il piacere del silenzio per vivere ogni istante della vita con più calma e serenità!

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

due × tre =