Presso il Poligono di tiro della Sezione del Tiro a Segno Nazionale di Milano, da mercoledì 21 a domenica 25 settembre scorsi, si è svolto il Campionato Italiano Uomini/Donne/Master/Squadre di tiro a segno.

Dopo un’intensa stagione sportiva che ha visto impegnati gli atleti tiratori della Sezione T.S.N. di Lecce, con la partecipazione alle gare federali di calendario previste per l’ammissione al Campionato Italiano, anche quest’anno il tiratore leccese Antonio Del Cuore, con prestazioni di tiro a dir poco eccezionali, è due volte Campione Italiano 2011 nelle specialità Bersaglio Mobile a 10 metri Uomini e Bersaglio Mobile a corse miste Uomini.
Del Cuore – duplice medaglia d’oro – su 8 qualificati al campionato, si è distinto nella gara di BM10 con il punteggio di 556 su 600, lasciando al secondo posto Giuseppe Pietropaolo del T.S.N. di Cava dei Tirreni con punti 548 e al terzo Diego Mola del T.S.N. di Napoli con 537; a seguire tiratori delle Sezioni di Milano, Treviso e Orvieto.
Nella gara di BMM (corse miste), su 8 ammessi, ha conquistato il primo posto con il punteggio di 354 su 400, davanti a Diego Mola con punti 346 e a Angelo Mangiameli con punti 343, entrambi del T.S.N. di Napoli; a seguire tiratori delle Sezioni di Cava dei Tirreni, Milano, Treviso e Orvieto.
Da tener presente che nelle classifiche nazionali di ammissione al campionato il nostro atleta si era classificato 2° nel BM10 e 4° nel BMM.
A Del Cuore (già insignito di medaglia al valore atletico da parte del C.O.N.I.  Nazionale) e al Presidente della Sezione T.S.N. di Lecce Francesco Tommasi, sono  pervenuti messaggi augurali da parte del mondo sportivo e non, tra cui quelli del Delegato Provinciale dell’Unione Italiana Tiro a Segno e Presidente della Sezione T.S.N. di Alezio, Claudio Stanca:
«Conosco Antonio da oltre vent’anni e ho sempre sostenuto che è un campione, la punta di diamante della Sezione T.S.N. di Lecce. In passato ha anche partecipato ai Campionati Europei e ha vinto numerosi titoli e medaglie. Con la sua riconferma a Campione Italiano 2011 (lo è stato anche nel 2010), ha decretato un successo non solo suo ma anche della Sezione di appartenenza, che lo ho seguito ed incentivato sin dall’inizio del suo percorso sportivo, anche in virtù delle sue specialità di tiro, che si praticano con una particolare carabina ad aria compressa e con il bersaglio in movimento; è da precisare, inoltre, che da quest’anno è stata introdotta una novità dal nuovo Regolamento Internazionale di Tiro, cioè un’ulteriore gara denominata Finale Medal Match, consistente in una disputa tra i primi 4 classificati, che ha visto Antonio piazzarsi al primo posto nel BM10 e al terzo nel BMM. Questi successi, quindi,  si collocano negli annali della storia della Sezione di Lecce, in quanto verificatisi nel 2011, 150° anniversario dell’Unità d’Italia e della nascita del tiro a segno (voluto da Giuseppe Garibaldi) e 125° della costituzione della Sezione che è stata insignita, proprio quest’anno, dell’onorificenza “Stella di bronzo C.O.N.I. al merito sportivo”, comunicazione pervenuta recentemente al Presidente Tommasi da parte del Presidente Nazionale del C.O.N.I. Giovanni Petrucci.  Ad Antonio, che ricopre anche la carica di Consigliere, al Presidente e al suo Staff auguro un sincero in bocca al lupo, con l’auspicio di traguardi sempre più eccellenti»