Si è concluso con l’impegno a chiedere un incontro all’assessore regionale alla Sanità Tommaso Fiore per trovare soluzioni capaci di contemperare tutti gli interessi in gioco l’incontro che il sindaco di Lecce, Paolo Perrone, ha voluto tenere stamattina con i lavoratori del settore sanificazione ambientale che protestano da cinque giorni sul tetto dell’ospedale Fazzi di Lecce perché non internalizzati dalla Asl come altri colleghi.

Al sindaco – accompagnato dai consiglieri comunali Andrea Guido, Antonio Lamosa, Roberto Martella, Antonio Carlà, Daniele Montinaro, Pierpaolo Signore e Vittorio Solero, nonché dal consigliere regionale del Pdl Roberto Marti – i lavoratori hanno rappresentato le loro ragioni e le loro difficoltà personali e familiari, chiedendogli di farsi portavoce delle loro istante presso il direttore generale della Asl Valdo Mellone e presso l’assessore regionale alla Sanità Fiore; impegno preso dal sindaco di Lecce, che poco dopo si è messo in contatto anche con una rappresentante dei 23 dipendenti dei Centri diurni del Dipartimento di Salute mentale della Asl di Lecce, anch’essi in presidio permanente presso la direzione generale della stessa Asl per protestare contro il loro licenziamento, che ha interrotto un servizio ventennale garantito dagli stessi agli ospiti dei Centri.