Come preannunciato nei giorni scorsi, il sindaco di Lecce, Paolo Perrone ha scritto una lettera all’assessore regionale alla Sanità Tommaso Fiore e al direttore generale della Asl Lecce Valdo Mellone per affrontare il problema dei lavoratori della sanificazione ambientale, esclusi dal processo di internalizzazione

e per i dipendenti Asl che da ventun anni hanno lavorato nei Centri diurni del Dipartimento di Salute mentale della Asl.
Il primo cittadino leccese ha chiesto un incontro urgente per fare chiarezza su queste due vicende che coinvolgono decine e decine di famiglie che si trovano ora in gravi difficoltà economiche. In particolar modo il sindaco Perrone vuol sapere quali siano i criteri con i quali si è proceduto all’assunzione di alcuni lavoratori da parte della Asl a scapito di altri. 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

uno × 3 =