In un’area di 5mila metri quadrati c’era di tutto: pile esauste, guaina bituminosa, plastiche, ingombranti, copertoni, infissi e materiali ferrosi, sanitari, televisori, computer inerti da demolizione e onduline in cemento-amianto.

La discarica abusiva che sorge a ridosso della tangenziale ovest,  nelle immediate vicinanze della strada provinciale Lecce-Surbo, è stata sequestrata dai carabinieri del nucleo operativo ecologico. i due proprietari degli immobili sequestrati sono risultati essere esenti da responsabilita’ e sono in corso accertamenti per cercare di risalire agli autori degli scarichi di rifiuti. Nel corso dei controlli, poi, i carabinieri del noe hanno anche effettuato rilievi fotografici lungo via vecchia Surbo, caratterizzata, per quasi tutta la sua lunghezza, dalla presenza di rifiuti di ogni tipo scaricati lungo i bordi del tratto stradale ed anche all’interno di una vecchia cava contigua alla strada, oramai parzialmente occlusa; per quest’ultimo intervento è stata inoltrata una segnalazione al sindaco di Lecce perchè proceda alle operazioni di recupero e/o smaltimento dei rifiuti ed al ripristino dello stato dei luoghi come previsto dal testo unico ambientale.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

tre × uno =