Con il mero intento di consolidare la leadership nella classifica del Challenge di 7ª Zona, l’equipaggio leccese – targato Scuderia “Salento Motor Sport” di Ruffano – composto da Fabrizio Mascia e Giorgio Caroli, sarà di scena nel prossimo weekend in terra laziale (provincia di Frosinone) e più esattamente al 33° Rally di Pico, in programma il 10 e l’11 settembre prossimi.

Attualmente il 32enne driver leccese Mascia, ha condotto egregiamente la sua Renault Clio Rs in vetta nella graduatoria del Challenge conseguendo 27 punti. Il 33° Rally di Pico, rappresenta peraltro il settimo e quindi penultimo appuntamento del calendario 2011 stilato dalla Csai (Commissione Sportiva Automobilistica Italiana), in attesa dell’ultimo atto in programma a fine mese nel sud Salento (3° Rally dei 5 Comuni), quest’ultimo autentico prologo in vista della finale di Ceccano (Fr) a novembre.
L’equipaggio Mascia-Caroli si schiererà a bordo della Renault Clio Rs A7 con il numero 28 e sarà protagonista in Ciociaria per affrontare una prova per certi versi singolare. Il 33° Rally di Pico difatti, si svolgerà in notturna a partire dalle ore 23,01 di sabato 10 settembre, con arrivo previsto alle ore 10,30 di domenica 11. Fulcro nevralgico del rally sarà Piazza del Mercato che ospiterà le salienti fasi della partenza, dell’arrivo e della premiazione mentre tutti i vari addetti alla direzione e segreteria gara, sala stampa, saranno ospitati nei vicini locali comunali in Via G.Marconi. La gara è caratterizzata da tre Prove Speciali
(da ripetere tre volte) per un totale di 79,71 km di Piesse mentre saranno 318,94 i chilometri complessivi da percorrere. Le Piesse sono l’ormai leggendaria PS Greci-Pico (14,37 km), la P.S. Pofi (7,00 km) e la P.S. Falvaterra – San Giovanni Incarico (5,20 km). Il Rally di Pico è valido anche per il “Trofeo corri con Clio”, “Clio R3 Trofeo Italia” e “Twingo R2 Trofeo Gordini”.
«Ci accingiamo ad affrontare questo impegno stagionale con mille punti interrogativi – spiega il driver leccese Mascia – Per quanto mi riguarda si tratta della prima esperienza con il Rally di Pico, quindi non ho potuto testare in passato il tracciato. Peraltro, si tratta di un rally anomalo, considerato il fatto che si correrà per tutta la notte quindi saremo chiamati ad una lotta decisamente fisica prim’ancora che sportiva. Per quanto concerne invece proprio l’aspetto prettamente sportivo – aggiunge Mascia – Abbiamo voluto prender parte a questo rally per cercare di incamerare qualche punto in ottica Challenge, visto che il nostro primo rivale (il salentino Rudy Lucrezio, nda) ha un ritardo risicato di 1,5 punti. Nonostante tutto – conclude Mascia – saremo pronti a difendere a denti stretti il primato in classifica, anche se tra ferie e impegni lavorativi non c’è stato il tempo fisiologico per preparare la gara. Da contraltare invece, la mia vettura sembra essere in ottime condizioni. Vedremo».