”E’ insopportabile che l’Europa e l’Italia pensino di combattere la crisi tagliando le spese per il sociale mentre c’è il tabù assoluto delle spese militari: una via d’uscita dalla crisi è quella di uscire da un modello di economia di guerra.

Abbiamo il dovere di rimettere in piedi la politica come agenda di pace e la pace nell’agenda politica: pensare che la pace sia una questione dei marciatori e dei predicatori è sbagliato. Invece la pace oggi è la più incredibile ed importante emergenza politica”: lo ha detto stamani ai giornalisti Nichi Vendola, prima di partecipare alla marcia Perugia-Assisi.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.