Dopo le fatiche di un’intera notte trascorsa a bordo della Renault Clio Rs, l’equipaggio leccese – targato Scuderia “Salento Motor Sport” di Ruffano – composto da Fabrizio Mascia e Giorgio Caroli, ha potuto festeggiare un ottimo risultato, soprattutto in ottica Challenge di 7ª Zona.

Lo scorso weekend, in terra laziale ( provincia di Frosinone) e più esattamente al 33° Rally di Pico, in programma il 10 e l’11 settembre scorsi, ha visto la coppia Mascia-Caroli, conseguire un 22esimo piazzamento assoluto, impreziosito da un secondo posto in Classe A7 (terzi di Gruppo). Il punteggio messo nel carniere va a rimpinguare il primato nella classifica Challenge ma soprattutto – considerato lo stop che ha visto protagonista il diretto rivale per la vetta della graduatoria (il salentino Rudy Lucrezio) – consente di allungare il gap dalla seconda posizione di altri 5 punti. Adesso, l’equipaggio Mascia-Caroli, può concentrarsi – senza sentire troppo il fiato degli avversari sul collo – sull’ultimo appuntamento stagionale con il Challenge di 7ª Zona in programma nel sud Salento (3° Rally dei 5 Comuni), il 24 e 25 settembre prossimi. A chiudere definitivamente il 2011 poi, sarà la finale di Ceccano (Fr) a novembre.

L’equipaggio Mascia-Caroli si è schierato in Ciociaria a bordo di una Renault Clio Rs A7 numero 28, affrontando una prova per certi versi singolare. Il 33° Rally di Pico difatti, si è svolto quasi interamente in notturna a partire dalle ore 23,01 di sabato 10 settembre e con arrivo alle ore 10,30 di domenica 11. In  Piazza del Mercato – location delle salienti fasi della partenza, dell’arrivo e della premiazione – la coppia della Salento Motor Sport, è giunta in pedana dopo aver affrontato le t re Prove Speciali (ripetute tre volte) per un totale di 79,71 km di Piesse mentre sono stati 318,94 i chilometri complessivi da percorrere. Le Piesse sono l’ormai leggendaria PS Greci-Pico (14,37 km), la P.S. Pofi (7,00 km) e la P.S. Falvaterra – San Giovanni Incarico (5,20 km).

«Per fortuna è andata molto bene – spiega il driver Mascia – anche se a dire il vero non sono soddisfatto dei tempi conseguiti; purtroppo come preannunciato ai nastri di partenza, insieme a Giorgio (Caroli, nda) non abbiamo potuto preparare al meglio questa trasferta, quindi non abbiamo potuto fare affidamento nemmeno sulle note, risultate decisamente approssimative. Resta comunque il fatto di aver allungato sui diretti rivali, raggiungendo quota 32, quindi a 6,5 punti di distacco. Per quanto concerne alla gara – prosegue Mascia – è stata un’avventura nuova ed ammaliante considerato che in precedenza non avevamo mai corso per tutta la notte; l’adrenalina ha scongiurato i paventati cali di tensione dovuti alla stanchezza, anche se durante i trasferimenti devo ammettere di aver accusato un po’ di fatica. Adesso – conclude Mascia – ci stiamo preparando per affrontare l’ultimo impegno in programma nel calendario Challenge: il 24 e 25 settembre saremo difatti sulla pedana di partenza di Ruffano per prender parte alla terza edizione del “5 Comuni”, sperando di far bene. Per adesso però consentitemi i fisiologici scongiuri».

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.