Una fitta sassaiola contro gli agenti di polizia al termine della partita Nardò – Gallipoli, disputatasi il 21 agosto, nello stadio comunale Giovanni Paolo II, ha portato alla denuncia di 7 neretini.

Tutto è iniziato al termine dell’incontro, vinto dalla compagine gallipolina, dalla tribuna dei tifosi locali un gruppo di giovani lasciava velocemente gli spalti per raggiungere il settore ospiti dove circa 60 persone erano in attesa del deflusso.

La manovra non sfuggiva alla Polizia, presente in servizio di ordine pubblico, che creava uno sbarramento sull’incrocio all’altezza del distributore Agip, allo scopo di scongiurare contatti tra le tifoserie.

Nonostante ciò il gruppo di neretini, alcuni dei quali travisati, iniziava un fitto lancio di sassi e bottiglie indirizzato contro le Forze dell’Ordine.

Gli incidenti si protraevano per più di un’ora, vale a dire fino all’arrivo di un contingente del Reparto Mobile, giunto in ausilio della forza presente, con l’apporto del quale si provvedeva a mettere in sicurezza la tifoseria ospite che poteva finalmente abbandonare lo stadio.

Per i fatti sopra esposti gli Agenti del Commissariato di Nardò effettuavano un’attività investigativa anche con l’ausilio dei filmati opportunamente effettuati da personale della Polizia Scientifica, che permetteva di denunciare all’Autorità Giudiziaria 7 persone, tra cui 4 maggiorenni e 3 minorenni, tutti di Nardò, per il reato di lancio di materiale pericoloso.

Conseguentemente con provvedimento del Questore di Lecce veniva applicata la sanzione del D.A.S.P.O. (Divieto di accesso alle manifestazioni sportive) nella misura di 2 anni per i maggiorenni ed 1 anno per i minori.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

diciassette − tre =