Il presidente del Gruppo Udc alla Regione Puglia, Salvatore Negro, ha espr.esso solidarietà e si è detto vicino ai lavoratori dell’Adelchi di Tricase riuniti in assemblea  i quali da tre mesi non ricevono la mensilità della cassa integrazione.

“Non si può continuare a giocare sulla pelle dei lavoratori – ha sottolineato il capogruppo Udc – Purtroppo continuiamo ad assistere a demagogiche prese di posizione che non risolvono i problemi reali della gente che non sa come vivere. Si alimentano dibattiti mediatici il cui unico obiettivo è quello di ottenere visibilità mentre si getta fumo negli occhi delle persone nel tentativo di nascondere le tante inadeguatezze dei governi nazionali e regionali, contribuendo al discredito della politica. Lo stesso dicasi di alcune iniziative e progetti come quello del  “Welfare to work” della Regione Puglia che aveva come obiettivo di riqualificare e reinserire nel mondo del lavoro i cassintegrati ma che, allo stato dei fatti, si è rivelato un fallimento a danno delle casse dell’Ente e quindi dei contribuenti. Un progetto a cui hanno aderito obbligatoriamente un migliaio di lavoratori in cassa integrazione la cui rappresentanza più numerosa è stata quella degli ex dipendenti Adelchi che a distanza di mesi non solo attendono ancora i fondi a loro destinati ma non hanno tratto alcuna utilità da questi corsi”.
“Ancora una volta – ha concluso il presidente Negro – torniamo a sollecitare la politica ad intervenire energicamente ed in tempi brevi per sbloccare la macchina burocratica e quindi i fondi destinati ai lavoratori Adelchi che potranno così respirare una boccata d’ossigeno. Allo stesso tempo invitiamo tutte le forze politiche, ognuna per le sue competenze, a mettere in campo le azioni possibili per porre fine al lento dramma che si sta consumando ai danni degli ex dipendenti Adelchi a cui va restituita dignità e nuove prospettive occupazionali”.