L’assessore all’Ecologia della Regione Puglia Lorenzo Nicastro ha inviato questa mattina una lettera al Ministero dell’Ambiente per chiedere chiarimenti in relazione ai permessi di ricerca di idrocarburi al largo delle coste pugliesi richiesti dalla Northern Petroleum.

In particolare l’assessore Nicastro si riferisce alle richieste d149DR-NP, d60FR-NP e d61FR-NP che interesserebbero la ricerca di idrocarburi in un’area marina ad alcuni km di distanza dalle coste di Monopoli e di Brindisi. L’assessore Nicastro ha chiesto al Ministero ”quali siano i provvedimenti efficaci” inerenti i progetti di ricerca di idrocarburi al largo delle coste della regione Puglia. Tale richiesta arriva dopo che in alcuni documenti giunti alla Regione Puglia risultava che, per il Ministero, le autorizzazioni rilasciate alla societa’ Northern Petroleum per i permessi di ricerca denominati d60FR_NP e d61FR-NP fossero ancora ”efficaci”. Nicastro ha ricordato che tali permessi di ricerca sono stati gia’ ”sospesi dal Tar di Lecce dapprima in via cautelare nel 2010 e poi con sentenza di merito nel luglio del 2011, a seguito della proposta impugnativa da parte della Regione Puglia”. Nicastro, in ogni caso, si augurra che si tratti ”di una svista, di una mancata comunicazione, atteso, tra l’altro, che la societa’ ha gia’ ripresentato le istanze di richiesta di compatibilita’ ambientale”. Restando in tema l’assessore regionale all’Ecologia ha precisato relativamente all’avvistamento di navi con trivelle a rimorchio avvistate al largo delle coste di Santa Cesarea Terme, in provincia di Lecce. Da informazioni assunte presso la Capitaneria di Porto di Bari la piattaforma, denominata ‘Key Manhattan’ era diretta al largo di Crotone, dove si troverebbe in questo momento, ed era solo ”in transito davanti alle coste salentine”. ”La piattaforma e’ di proprieta’ della societa’ Transocean, che non ha mai presentato progetti di ricerca idrocarburi in Puglia”, ha sottolineato l’assessore Nicastro.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

16 − 16 =