La Tenenza della Guardia di Finanza di Maglie ha posto i sigilli, a un salone di parrucchiere, con sede in un comune del sud salento, che resterà chiuso per tre giorni, per non aver ottemperato al rilascio della ricevuta fiscale.

Il provvedimento di sospensione temporanea dell’autorizzazione per l’esercizio del commercio è scattato a seguito dell’accertamento di reiterate mancate emissioni del previsto documento. Bastano quattro violazioni nel volgere di un quinquennio perché scatti la chiusura dell’esercizio commerciale per un periodo compreso fra i tre giorni ed un mese.

Nel caso specifico, i militari hanno documentato quattro distinte violazioni inerenti la mancata emissione delle ricevute fiscali, irregolarità accertate e contestate nell’arco di cinque anni, informando la Direzione Regionale dell’Agenzia delle Entrate per l’adozione del provvedimento di sospensione temporanea dell’attività commerciale.

In caso di mancata emissione dello scontrino o della ricevuta fiscale, la sanzione previ-sta, a carico del solo esercente, è pari all’imposta corrispondente all’importo non docu-mentato, con un minimo di 516 euro.

Dall’inizio dell’anno, i Reparti del Corpo hanno eseguito, su tutto il territorio provin-ciale, 49 provvedimenti della specie.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

8 + diciotto =