Il prossimo 12 ottobre la Corte di Cassazione deciderà se spostare o meno il processo sul delitto di Avetrana e, in caso di responso favorevole, in quale altra sede trasferirlo. E` stata fissata per quella data la discussione della richiesta di rimessione del processo

che era stata presentata lo scorso 29 agosto dai difensori di Sabrina, gli avvocati Franco Coppi e Nicola Marseglia, in occasione dell`udienza preliminare davanti al gup del Tribunale di Taranto Pompeo Carriere. I legali di Sabrina Misseri, accusata di omicidio della cugina Sarah Scazzi avvenuto il 26 agosto 2010 ad Avetrana, e della soppressione di cadavere in concorso con la madre Cosima Serrano, sono convinti che il processo non si può svolgere a Taranto a causa di un manifesto, a loro dire, clima ostile nei confronti delle due imputate e, soprattutto per il grande clamore mediatico che, sempre secondo Coppi e Marseglia, condizionerebbe le decisioni dei magistrati tarantini. Così, in attesa della decisione della Prima sezione penale della Suprema Corte, salta anche il prossimo appuntamento con il gup che era stato rinviato al 10 ottobre..

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

diciassette + 2 =