Un altro componente di un’organizzazione criminale, scoperta dalle Squadre Mobili della Polizia di Lecce e di Caltanissetta, specializzata nell’immigrazione clandestina a livello internazionale, è finito in manette nella serata di ieri.

Si tratta di Khan Osman, 46enne afgano. L’arresto è avvenuto nell’aeroporto di Fiumicino “Leonardo da Vinci”. Secondo le indagini della polizia l’afgano è uno dei componenti di un’organizzazione a delinquere transnazionale, diretta l’ingresso e la permanenza nel territorio dello Stato di cittadini non appartenenti all’Unione Europea. Nel corso delle investigazioni, inoltre, veniva accertato che per il pagamento delle spese relative al viaggio i migranti utilizzavano il cd. sistema “SARAFI”. Ed invero i viaggiatori-migranti, ovvero i loro familiari, versavano le somme concordate con gli organizzatori dei viaggi presso i cd “sarafi” (sostanzialmente delle agenzie di cambio valute) ubicati in diverse città dell’ Asia centrale e del Medio Oriente. Le conversazioni intercettate, poi, consentivano di localizzare più punti “sarafi” tra cui quelli ubicati a Kabul in Afganistan, Jalalabad in Pakistan, Amburgo e Francoforte in Germania, Crema. In particolare l’uomo provvedeva a smistare i clandestini giunti via mare sulle coste salentine che giungevano nella città di Roma.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

cinque × quattro =