È stato approvato a maggioranza (Udc e Pdl si sono astenuti ma hanno rimarcato “l’atteggiamento responsabile dinanzi al provvedimento”, garantendo il numero legale), il disegno di legge “Norme in materia di autorizzazione e accreditamento per i servizi al lavoro” con cui la Regione Puglia assicurerà in futuro il miglior funzionamento dei servizi per il lavoro, attraverso una più intensa collaborazione interistituzionale e tra le parti sociali.

La legge favorisce l’integrazione tra sistema pubblico e privato riguardo la gestione del mercato del lavoro. I 6 articoli ribadiscono la centralità dei servizi pubblici per l’impiego (che continueranno a svolgere in maniera esclusiva le funzioni amministrative), ma affianca ad essi soggetti con compiti di intermediazione, ricerca e selezione del personale.
Integrandosi ai Centri per l’Impiego, questi soggetti miglioreranno la qualità e la gamma dei servizi sul territorio, offrendo anche interventi specializzati per determinate categorie di utenti.
Alla Giunta regionale il compito di decidere quali saranno gli organismi preposti ad offrire i servizi aggiuntivi.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

8 + cinque =