Dall’11 maggio scorso, presso il Centro di accoglienza “Antica Masseria del Monte” di Castiglione del Comune di Andrano, sono stati ospitati inizialmente 100 cittadini extracomunitari  (divenuti , ad oggi, 63 a seguito di trasferimento) dei Paesi del Nord-Africa, tutti di sesso maschile e di fascia d’età compresa fra 18 e 40 anni, provenienti dal centro di prima accoglienza di Mineo in Sicilia. 

A tutti gli ospiti, sin dal primo momento è stata assicurata, da parte del Distretto Sanitario di Poggiardo, l’assistenza medica ed infermieristica, anche tramite l’allestimento di un ambulatorio per le visite e l’erogazione gratuita dei farmaci (anche quelli in fascia C). Viene inoltre garantita, in caso di necessità, l’assistenza medico specialistica.

Nel mese di giugno è stato organizzato uno screening odontoiatrico con gli specialisti del poliambulatorio distrettuale, a cui ha aderito circa l’80% degli ospiti; fra questi  20 sono stati seguiti poi a livello ambulatoriale per rimozione radici, carie, lesioni traumatiche e gengiviti. Sono stati effettuati anche gli screening ematochimici per l’epatite B e C e l’HIV.

Il Servizio Igiene Pubblica, che naturalmente è pronto ad intervenire in caso di eventuali problematiche di carattere igienico sanitario, dal mese di settembre collabora col Distretto per l’effettuazione dei test per la TBC.

Peraltro, nello stesso mese di settembre si sono tenuti  incontri di educazione sanitaria sulla prevenzione delle malattie trasmissibili (epatite B e C, HIV, parassitosi) ed è stato avviato un progetto di sostegno psicologico. Il bisogno di sostegno psicologico è emerso dalle interviste personali realizzate dalle Mediatrici culturali, oltre che dalle valutazioni del Medico di Medicina generale assegnato agli ospiti.

E’ emerso anche che le sofferenze, le paure e le emozioni legate all’abbandono della propria famiglia e della propria terra non sono malattie da curare ma reazioni necessarie per ritrovare un nuovo adattamento  che richiedono un tempo psicologico per essere elaborate. Gli ospiti possono allora essere accompagnati attraverso un sostegno psicologico, orientato prevalentemente ad attivare le loro potenzialità adattative ed evolutive. Si è ritenuto, perciò indispensabile, attivare il servizio di sostegno psicologico ( tel. 0836.908111 – Fax 0836.908395) che verrà garantito ogni giovedì, dalle ore 11 alle 13, a partire dal 6 ottobre.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

venti − diciannove =