E’ stato firmato questa mattina tra la Provincia di Lecce e l’UNPLI – Unione Nazionale Pro Loco d’Italia, un protocollo d’intesa che sancisce la nascita di Salento Food, il progetto che tra il 9 e il 10 settembre, celebra la produzione enogastronomica nostrana nel castello e nel borgo di Acaya.

 

Salento Food è un evento ideato dall’associazione UNPLI provinciale e dall’assessorato al turismo e marketing territoriale, con la collaborazione del comune di Vernole, della Camera di Commercio e dell’APT – Azienda di Promozione Turistica di Lecce.

Una manifestazione che coinvolge 23 Pro Loco salentine che promuoveranno i propri prodotti tipici e che annualmente propongono nelle sagre paesane. Il fine è quello di valorizzare quei piatti salentini considerati tipici della nostra tradizione e nel contempo sostenerli, creando un marchio ad hoc.
Eco Sagre, questo l’obiettivo, dovrebbe diventare un marchio di qualità per puntare i riflettori su questo aspetto della nostra cultura salentina, ponendo però l’accento sull’importanza dell’ecosostenibilità, ovvero del rispetto dell’ambiente durante questi eventi.

Le sagre e le feste paesane saranno poi racchiuse in una guida realizzata dall’UNPLI, con un calendario di ogni evento, la sua storia e la funzione sociale.
Informazione e differenziazione quindi, sono i punti fermi di questo protocollo d’intesa, che prevede alcuni aspetti fondamentali: anzitutto la creazione di un decalogo di buone pratiche che induca a ridurre e differenziare i rifiuti; l’istituzione di un supervisore per ogni sagra che coordini l’aspetto sulla eco sostenibilità; l’organizzazione di più convegni informativi aperti al pubblico e incontri per gli esperti del settore e per le Pro Loco.

Fulcro da cui prenderà avvio questo progetto è proprio il Salento Food, che venerdì si aprirà alle ore 18 con un convegno a cura del Comitato provinciale UNPLI dal titolo “Star bene con i prodotti della nostra terra”.

Sulla piazza antistante il Castello, 23 Pro Loco presenteranno poi i propri prodotti, che variano dalla pasta al pane, agli ortaggi, alle verdure, ai dolci, ecc, proponendo le ricette tipiche salentine con cui vengono preparati. Non solo, alcune Pro Loco, proporranno anche antichi mestieri, esponendo gli strumenti di lavoro e mostrano le tecniche di un tempo.

Dalle 19 alle 22 inoltre, nei giorni della manifestazione, sarà possibile visitare il Castello, a cura della Pro Loco di Vernole, al cui interno sarà possibile vedere gli artigiani all’opera sulla pietra leccese, la terracotta e la cartapesta e scegliere diversi percorsi enogastronomici con produzione dal vivo dell’olio extravergine d’oliva.

Salento Food ha ricevuto il marchio Eco Feste Puglia, grazie alla sua attenzione alla eco sostenibilità: l’Ente Modelli Sostenibili Puglia, EMS prevede per l’evento un InfoPoint Verde per la sensibilizzazione dei visitatori, totem informativi ed esplicativi e la fornitura per tutti gli stand di stoviglie realizzate con materiale biodegradabile.

“La qualità dell’offerta e la qualità della vita della nostra comunità locale devono viaggiare insieme, anche nei momenti di valorizzazione delle produzioni tipiche del territorio”, ha dichiarato l’assessore al turismo e al marketing territoriale Francesco Pacella, durante la firma del protocollo, avvenuta questa mattina, assieme al Presidente della Provincia Antonio Gabellone e al presidente dell’UNPLI provinciale Adelmo Carlà. “Riteniamo che questa sia l’unica strada da seguire.”

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.