Avrebbe organizzato un rave party verso le fine di agosto, a Neviano, ma è stato beccato e sanzionato. Tutto è iniziato dopo che i carabinieri intercettavano alcuni messaggi su facebook, che avvertivano di un rave party nelle campagne di Neviano.

A quel punto scattavano i controlli al party, dove partecipavano oltre un centinaio di giovani, provenienti da tutta la Provincia, e che era stato organizzato in un appezzamento di terreno coltivato ad uliveto. La musica assordante veniva propagata da un impianto acustico alimentato da un gruppo elettrogeno, trasportato con un trattore. I
militari, nascosti nelle vicinanze della pista da ballo, riuscivano ad annotare i numeri di targa delle numerose autovetture parcheggiate in zona, oltre a quello del trattore utilizzato per il trasporto del generatore elettrico. In seguito alle indagini svolte sulla base degli elementi acquisiti, i Carabinieri di Neviano identificavano l’organizzatore, al quale contestavano l’organizzazione di spettacolo pubblico abusivo  e dall’art. 68 del T.U.L.P.S., che prevede una sanzione amministrativa sino a 1449 euro.

I carabinieri hanno identificato l’organizzatore proprio attraverso il numero di targa del trattore utilizzato per il trasporto del generatore, da lui noleggiato per l’occasione.

CONDIVIDI