“La mattina alle 6.00 nei pressi dell’ex IPAM è già lunga la coda di persone, in attesa di poter usufruire della sacrosanta possibilità di risparmiare su quelle spese che sono loro malgrado costretti a sopportare, a causa dell’età o delle loro condizioni di salute.”

Lo comunica in una nota Paola Povero sulle code per l’esenzione dal ticket.
“È vergognoso costringere queste persone, prevalentemente anziani e disabili, a file estenuanti fin dalle prime ore del mattino per richiedere l’esenzione dal ticket.
Trovo che questa situazione sia inaccettabile, ancor più in considerazione delle temperature che, a quell’ora e per persone già alle prese con la sofferenza, si apprestano a diventare sempre più inclementi, con la stagione invernale ormai alle porte.
Rivolgo quindi un appello al Direttore Generale dell’ASL di Lecce affinché si possa giungere al più presto all’attivazione di almeno altri due sportelli per la presentazione della domanda di esenzione, ponendo così rimedio ad una situazione che in queste condizioni assume i connotati di un bassissimo livello di civiltà.”

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.