Il pugile leccese, Antonio “El Dynamite” Santoro, ha conseguito ieri sera la sua terza affermazione nei professionisti. Dopo aver affrontato vittoriosamente (prima del limite delle sei riprese) gli ungheresi Zoltan Janus Horvath (il 6 giugno scorso a Lecce) e Ferenc Sarkozi

(9 agosto a Monteroni), il 28enne boxeur della scuderia “Conti Cavini”, ha superato questa volta ai punti – quindi al termine dei sei round in programma – il 21enne ungherese della scuderia “Lauri Promotion”, Adam Csipak, kg 70,200. Il Match, si è svolto all’interno dell’anfiteatro di “Piazza Nuova” di Merine (frazione di Lizzanello).

Santoro, categoria Superwelter, kg 70,000 è stato coadiuvato all’angolo dal tecnico dell’Amici del Pugilato di Lecce, Tony Mannarini ma soprattutto da tutto il pubblico salentino pronto come sempre a sostenere l’ennesima fatica del “El Dynamite”. Durante il prologo del match, ha visto protagonista Lom J il quale si è esibito con il brano “Nelle tue mani” dedicato interamente a Santoro: per l’occasione è stato proiettato anche il video del brano in cui viene immortalato proprio “El Dynamite” durante le diverse sedute di allenamento.

«Dopo due vittorie giunte prima del limite, adesso ho potuto testare la mia preparazione atletica anche sulla distanza delle sei riprese – ha spiegato Santoro – Avrei preferito proseguire con un’altra vittoria per ko ma il mio avversario, si è dimostrato un ottimo incassatore reggendo bene per tutta la durata del match. Sono comunque soddisfatto, per aver regalato al mio pubblico un’altra gioia; ringrazio gli organizzatori e il mio staff che mi supporta con grande abnegazione. Proseguiamo nell’intento di dare continuità e consistenza con il pugilato professionistico nel Salento: prima della fine dell’anno difatti – conclude Santoro – contiamo di salire sul ring ancora un paio di volte».

Pienamente soddisfatto della prova anche il tecnico Tony Mannarini: «Finalmente ho potuto ammirare Santoro sulla distanza delle sei riprese – commenta Mannarini – Csipak, si è dimostrato un valido atleta, soprattutto dal punto di vista della tenuta fisica. Per quanto mi riguarda ho ricevuto interessanti risposte da parte di Antonio, bravo comunque a gestire sin dal primo gong il match».

Al termine dell’incontro, Santoro ha dapprima ringraziato tutti gli sponsor con una targa, per poi ricevere i complimenti anche da parte delle autorità politiche locali, presenti alla serata, interamente dedicata alle diverse discipline sportive.