”Prima si fanno le primarie e meglio è. La cosa migliore sarebbe farle entro la fine di quest’anno”. A sostenerlo Nichi Vendola, governatore della Puglia, in un’intervista su La Stampa, che si dice a ”pronto” a candidarsi.

”Mi metto in gioco – dice Vendola – per riscattare la politica dalla sua condizione di degrado morale e dallo stallo nella quale l’hanno portata i maestri della realpolitik”.
A Matteo Renzi, sindaco di Firenze, anche lui pronto a correre per le primarie, il governatore pugliese dice: ”Gli faccio notare che non e’ stata la Fiom a chiudere Termini Imerese”.
Sulle misure anti-evasione contenute nel testo della manovra, Vendola si chiede che ”credibilita’ puo’ avere un governo che si e’ comportato come un Al Capone istituzionale”. La politica di Giulio Tremonti secondo Vendola e’ ”macelleria sociale”. Il pareggio di bilancio in Costituzione e’ ”irricevibile: se la politica e’ l’ombra del mercato – conclude – diventa solo un mercatino”

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

13 − uno =